Animali Mammiferi Del Marocco

Dedichiamo oggi questo spazio a parlare di un tema che c’appassiona moltissimo, della fauna tipica del Marocco, concretamente dei mammiferi e è che, in Viaggi Per il Marocco siamo alcuni innamorati della natura e soprattutto degli animali. Per questa ragione, dedicheremo vari articoli a nostri congeneri, cominciando dai mammiferi ed in prossime note parleremo di rettili ed uccelli che possiamo contemplare in questo meraviglioso paese.

dromedarios

Tra i mammiferi più caratteristici della fauna marocchina, troviamo specie come il Fenec o Volpe del Deserto;  conigli e lepri, lontre, belle gazzelle, sciacalli, iene, dromedari, macachi,  l’imponente Leone dell’Atlante , e giocherelloni gerbilli tra altri.

Fenec

Questa curiosa Volpe del Deserto abita nei deserti del Nord dell’Africa e della Penisola dell’Arabia. La sua dieta è carnivora e pesa attorno ad un chilo e mezzo, è una vera bellezza, catalogato come il canide di più piccolo volume dell’emisfero nord.

I suoi capelli sono lunghi, soavi e normalmente presenta tonalità tra il bianco ed il rossiccio.

Forse, quello che più chiamma l’attenzione di questo piccolo amichetto sono le sue enormi ed appuntite orecchie che possono arrivare a misurare fino a 15 centimetri.

È un animale notturno, vive in sgorgate non molto numerose in tane incavate sotto la sabbia.

È molto adattato ai climi desertici, potendo sopportare senza bere acqua molti giorni.

fenec

Conigli e lepri

Non è sorprendente, che tra le dune di sabbia del deserto lascino vedere alcuni esemplari di conigli e di lepri, benché frequentino molti ambienti come l’Alto ed il pianterreno Atlante.

conejo

Lontre e scoiattoli arboricoli

Forse dei mammiferi più adorabili che esistono. Passano gran parte della sua vita nell’acqua, potendo arrivare perfino a dormire in lei. Sono carnivori e si caratterizzano per la sua grossa coda che li serve come di “timone” per navigare placidamente attraverso l’acqua.

Gli scoiattoli arboricoli abbondano in boschi con alberi di foglia caduca e di conifere benché sia anche comune trovare alcune di esse nel deserto, sono molto resistenti al caldo e si adattano molto bene a questo mezzo. Normalmente si alimentano di frutti secchi e vegetali.

A modo di curiosità, menzioneremo che, gli scoiattoli hanno un meccanismo termoregolatore che permette loro di scendere le sue costanti vitali a temperature superiori a 25 gradi, col quale rimangono inattive nelle ore di più caldo e così, possono sopportare bene le alte temperature dei paesaggi desertici

ardilla

Gazzella

Un animale al quale immaginiamo saltando per la Savannah, fuggendo da leoni affamati e trottando con le sue amichette gazzelle,  amici, questo animale è molto multiforme, non dobbiamo classificarla in un unico tipo di habitat e è che, hanno predilezione per zone desertiche. Le sue belle corna inanellate hanno fatto che le gazzelle siano carne di cannone per persone senza scrupoli che si divertono assassinando creature innocenti.

La gazzella dama, adra o mor, è una specie che vive nel deserto del Sahara e nelle sue vicinanze. Una varietà della gazzella dama è catalogata come la più grande del mondo, arrivando ad avere un’altezza alla croce di tra0.9 e 1,2 metri.

gacela

Sciacallo ed iena

Che brutta fama hanno questi piccoli!, probabilmente, lo sciacallo e l’iena sono due degli animali più temuti per molti per il suo vincolo alla morte in culture ancestrali come l’egiziana ma, se ci fermammo a vederli sono tanto preziosi che ci si dimenticano tutti i racconti e leggende che abbiamo potuto sentire al riguardo, è più, più di una storia conta come quell’incrociarsi con un sciacallo per la strada può darti anni di buona fortuna  chi sa, superstizioni a parte, è un vero onore potere vedere il degno manto dorato, rigato o nero degli sciacalli selvaggi ed un autentico spettacolo osservare alle iene interactuando con le sue compagne nei suoi rispettivi clan.

chacal

Dromedario

Molto curiosa è la storia di questi ruminante si sì, sono ruminanti! E è che, non c’è attestazione veridica della sua esistenza in stato selvaggio. I dromedari possono camminare al giorno più di 161 chilometri, i cuscinetti delle sue zampe fanno che possano resistere alla perfezione l’ardente sabbia del deserto e nella giba, più comunemente denominata gobba, sono capaci di immagazzinare acqua per quello che, sono esseri molto adattati a climi desertici.

dromedarios

Il Leone dell’Atlante

Attualmente in estinzione in libertà e con un scarso numero di esemplari in cattività. Una vera pena, appena rimangono esemplari puri di questa specie dato che in zoologici ed altri recinti simili sono stati attraversati con altre specie. Questo leone si considera il terzo  più grande  di tutta la storia, arrivando a pesare quasi i maschi 300 kg.

leon

Macaco e gerbillo

I macachi e gerbilli sono molto tipici del Marocco, potendo trovarli in differenti località. In molte collocazioni, sfortunatamente, sono utilizzati come attrazione turistica, certo è che molte famiglie vivono di ciò, ma facendo una riflessione profonda, possiamo esporrci l’infelicità che può arrivare a produrre ad un macaco essere incatenato o ad un gerbillo ingabbiato, la cosa più bella del mondo è, vedere ad ogni essere godendo pienamente della sua esistenza e per ciò, è una goduria godere di questi animali nel suo ambiente naturale slegati della mano umana.

macaco

Vogliamo invitarti a conoscere la nostra fauna ed a godere di lei dal rispetto e l’ammirazione che meritano

Se sei amante degli animali, il Marocco ti sorprenderà, un posto dove spargere la tua mente e contemplare specie uniche nel mondo.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Perché devi essere molto attento, in prossime pubblicazioni scriveremo su spettacolari rettili ed uccelli del Marocco, per quegli innamorati dell’ornitologia e dell’erpetologia.

Fonti di informazione ed interesse